Processo di stampa 3D multi-metallica

Realizzata negli Stati Uniti dalla Nasa in collaborazione con California Institute of Technology (Caltech) e Pennsylvania State University, una nuova tecnica di stampa 3-D che consente di fondere diversi metalli nello stesso oggetto.
Con questa nuova tecnica sarà possibile creare i componenti delle navi spaziali destinati ad esplorare il Sistema Solare, rendendole più sicure ed affidabili.

Leggi tutto…

Microcompositi per la stampa 3D

Negli U.S. Army Research Laboratory, i laboratori di ricerca dell’esercito degli Stati Uniti, si stanno mettendo a punto compositi da utilizzare con la tecnica di stampa tridimensionale. L’obiettivo è consentire ai soldati di produrre una serie di attrezzature e oggetti, fino a componenti di aerei, sul posto, ogni qual volta ne abbiano necessità.

Leggi tutto…

Lavorazione ad ultrasuoni per il taglio dei compositi

I ricercatori della Loughborough University hanno sviluppato un dispositivo che potrebbe cambiare le modalità di taglio, foratura e fresatura dei materiali molto resistenti, rendendo questa operazione “semplice come tagliare il burro col coltello”.

Leggi tutto…

La tecnologia CAE: dal progetto all’oggetto

Fornendo un prototipo virtuale dell’oggetto, i sistemi CAE (Computer Aided Engineering) trovano grande impiego nelle fasi di sperimentazione.
L’ultima frontiera consiste nell’integrare il mondo della produzione a quello della simulazione, descrivendo attraverso modelli numerici gli effetti generati dalle tecnologie di processo.

Leggi tutto…

Tolleranza al danno in strutture aerospaziali

Lamine e laminati intatti vengono in genere utilizzati per progettare strutture con fattori knockdown applicati alla resistenza ammissibile per il laminato integro per considerare la tolleranza al danno.

Leggi tutto…

A350 XWB passa l’ultimo test di carico

Airbus ha eseguito con successo a fine 2013 l’ultimo test di carico dell’ala dello A350 XWB. L’azienda afferma che ha applicato carichi fino a 1,5 volte superiori a quelli che il velivolo potrebbe mai incontrare in tutta la sua vita in servizio. Queste prove di carico di successo sono importanti pietre miliari per la certificazione e un altro passo verso l’entrata in servizio del A350 XWB in Q4 nel 2014.

Leggi tutto…

Rafforzare laminati aerospaziali

Scoperte sorprendenti dalla dottoranda del MIT (Massachusetts Institute of Technology), Sunny Wicks, che ha dimostrato come migliorare laminati aerospaziali dando loro tenacità aggiungendo nanotubi di carbonio allineati.
Nell’articolo sono illustrate le peculiarità e l’importanza della scoperta, i suoi possibili utilizzi e le difficoltà riscontrate.

Leggi tutto…

Metodo ad ultrasuoni per le grinze interne

I difetti interni più comuni sono le delaminazioni, le inclusioni, la porosità, i vuoti e le deformazioni degli strati di pre-impregnato, generalmente indicate, quando orientate perpendicolarmente alla superficie, come grinze interne. Per rivelare e caratterizzare queste anomalie Alenia Aermacchi ha messo a punto un metodo di ispezione basato su ultrasuoni.

Leggi tutto…

Laminati più resistenti con il nanostiching

Cucire insieme strati di laminati utilizzando nanotubi di carbonio allineati verticalmente tra gli strati di fibra. La tecnica sviluppata presso il MIT ( Massachusetts Institute of Technology) è stata chiamata “nanostitching”, può ovviare al fenomeno della delaminazione e realizzare strutture di aerei più sicure, migliorare le proprietà nella direzione “through plane” e comportare una maggiore tolleranza ai danni

Leggi tutto…